Detrazioni fiscali 65% - Confermate per il 2015

Dopo l'approvazione in prima lettura alla Camera dei Deputati e il successivo passaggio al Senato, nella tarda serata di lunedì 22 dicembre la Camera dei Deputati ha approvato definitivamente la Legge di Stabilità 2015.

 

Pertanto, fino al 31 dicembre 2015:

 

  • è confermata l'aliquota del 50% per le ristrutturazioni;
  • è confermata la detrazione fiscale nella misura del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica (tra gli altri la sostituzione di serramenti); 
  • è aggiunta alla lista dei lavori agevolati con diritto di detrazione al 65% anche l’installazione di schermature solari; 
  • è innalzata dal 4 all'8% la ritenuta d'acconto sui bonifici disposti per beneficiare delle detrazioni fiscali.

 

Pertanto i contribuenti che intendono beneficiare di queste detrazioni incrementate rispetto alla misura ordinaria avranno tempo fino al 31 dicembre 2015 per sostenere le spese.

Possono usufruire della detrazione Irpef del 50% i possessori o i detentori di immobili residenziali, principalmente per gli interventi di manutenzione straordinaria, di restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia realizzati tanto sulle singole unità immobiliari quanto su parti comuni di edifici residenziali, nonchè sulle relative pertinenze.

La detrazione Irpef/Ires del 65% invece non prevede alcuna eccezione né di tipo oggettivo (unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, non solamente immobili abitativi) né di tipo soggettivo (qualsiasi privato o titolare di reddito di impresa può fruirne).

 

La proroga della detrazione Irpef del 50% e il “bonus arredi”

La detrazione Irpef del 50%, nel limite di spesa di € 96.000 per singola unità immobiliare residenziale (e relative pertinenze), finalizzata ad incentivare il recupero del patrimonio edilizio, è stata prorogata alle spese sostenute entro il prossimo 31 dicembre 2015, confermando quindi le misure applicate nel corso del 2014.

Fino al 31 dicembre 2015 è stata confermato anche il bonus arredi: per l’acquisto di arredi fissi, mobili e grandi elettrodomestici (rientranti nella categoria A+ ovvero A per i forni) destinati all’immobile abitativo già oggetto di intervento di recupero edilizio, nel limite di spesa di € 10.000 (aggiuntivo rispetto al limite di € 96.000 per l’intervento di recupero) è fruibile una detrazione Irpef del 50% del costo sostenuto.

 

La Legge di Stabilità introduce una limitazione all’importo delle spese agevolabili: le spese per l’acquisto di arredi fissi, mobili e grandi elettrodomestici detraibili non possono essere superiori alle spese sostenute per l’intervento di recupero edilizio cui si riferiscono.

 

Il comma 48, modificando l’articolo 16-bis Tuir, estende da sei mesi a diciotto mesi il periodo di tempo entro il quale le imprese di costruzione o ristrutturazione (ovvero le cooperative edilizie) devono vendere o assegnare l’immobile oggetto di interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia (riguardanti l’intero fabbricato) per beneficiare della detrazione per ristrutturazione edilizia.

 

La proroga delle detrazioni Irpef/Ires del 65%

La detrazione Irpef/Ires del 65% per le spese di riqualificazione energetica degli edifici è stata prorogata fino alle spese sostenute entro il prossimo 31 dicembre 2015, quindi estendendo il trattamento applicato nel corso del 2014. Entro il medesimo termine devono essere posti in essere anche gli interventi sulle parti comuni condominiali (in precedenza il termine era differenziato).

La detrazione del 65% interessa sia i soggetti privati sia i titolari di reddito di impresa, non essendo previste esclusioni oggettive per quanto riguarda la tipologia di immobile (siano essi abitativi, commerciali o industriali) oggetto di intervento.

La detrazione del 65% per cento è estesa per le spese sostenute, dal 1 gennaio 2015 fino al 31 dicembre 2015, per le spese di acquisto e posa in opera delle schermature solari (fino ad 60.000 euro) e per l'acquisto e la posa in opera degli impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, nel limite massimo di detrazione di 30.000 euro.

Anche per gli interventi in funzione antisismica effettuati fino al 31 dicembre 2015 la detrazione è fissata al 65%.

 

Tabella riepilogativa

 

Intervento

Agevolazione

Scadenza

Ristrutturazione edilizia

Detrazione Irpef del 50% in 10 rate annuali di pari importo con soglia massima di spesa di € 96.000

31 dicembre 2015

Bonus arredi

Detrazione Irpef del 50% in 10 rate annuali di pari importo con soglia massima di spesa di € 10.000

31 dicembre 2015

(spesa non limitata all’importo dell’intervento)

Riqualificazione energetica

Detrazione Irpef/Ires del 65% in 10 rate annuali di pari importo

31 dicembre 2015

(compresi interventi su parti comuni condominiali)

Adozione misure antisismiche

Detrazione Irpef/Ires del 65% in 10 rate annuali di pari importo

31 dicembre 2015

 

Ritenute bonifici

Come ben noto, le spese sostenute per il recupero del patrimonio edilizio e per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici devono essere pagate tramite bonifico, al quale da qualche tempo a questa parte (per la precisione la disposizione era contenuta nel D.L. n.78/10 con decorrenza dal 1 luglio 2010) viene applicata una ritenuta che inizialmente era fissata al 10%, ma che dal 6 luglio 2011 è stata ridotta al 4% ad opera del D.L. n.98/11.

Sul punto interviene ulteriormente la nuova Legge di Stabilità: il comma 657 innalza dalla precedente misura del 4%, alla nuova dell’8%, l'aliquota della ritenuta operata da banche o da Poste italiane Spa, sugli accrediti dei pagamenti, a mezzo bonifici, disposti dai contribuenti per beneficiare di oneri deducibili o in relazione ai quali spettano detrazioni fiscali.

Non variano le modalità applicative. L’obbligo di effettuazione della ritenuta non compete al soggetto che deve effettuare il pagamento (come avviene ordinariamente) ma  alla  banca  che  riceve   l’accredito della somma: il soggetto disponente il bonifico bancario/postale dovrà pertanto procedere al pagamento delle fatture per l’importo lordo totale delle stesse (non vi è alcun obbligo di indicazione della ritenuta sulla fattura stessa).

Certificati aggiornati

Nella sezione Certificazioni sono scaricabili tutti i nuovi Certificati!

Maggiori dettagli

Detrazioni fiscali 65% - Confermate per il 2015

Dopo l'approvazione in prima lettura alla Camera dei Deputati e il successivo passaggio al Senato, nella tarda serata di lunedì 22 dicembr ......

Maggiori dettagli

Nuova Persiana Medicea - La sicurezza....non ha prezzo!

La persiana medicea di sicurezza entra a far parte della numerosa famiglia delle persiane Geal.   Si tratta di un prodotto innovativo e partico ......

Maggiori dettagli

Area Riservata

Inserire email e password



E-MAIL



PASSWORD



Password dimenticata?
Registrati

Trova il rivenditore più vicino